Premio Letterario “Maria Cristina”

 

Nato nel 1963, il Premio Letterario è stato creato dai Convegni di Cultura Maria Cristina di Savoia allo scopo di premiare, ogni due anni, nella narrativa contemporanea, gli scrittori che, nella loro opera, in piena libertà di espressione artistica, si dimostrino “sensibili ai valori umani e cristiani”.

Questo Premio ha inoltre una sua particolare fisionomia in quanto ha una Giuria Centrale composta da persone di elevata professionalità e Giurie di base istituite nei Convegni sparsi in tutta Italia, in grandi e piccole città delle varie Regioni.

Le Giurie di base cercano, leggono, segnalano alla Giuria Centrale le opere che sembrano loro più rispondenti al Bando di Concorso. La Giuria Centrale le prende in esame, insieme a quelle inviate direttamente dalle Case Editrici, ne seleziona 5 e le rimanda alla lettura delle Giurie di base cui spetta la scelta definitiva, con voto segreto, comunicato a mezzo busta sigillata. 

È quindi un Premio genuinamente democratico ed esente da influenze e pressioni esterne. 

Il Premio è finanziato dai Convegni stessi.

Nato nel 1963 per volere dell’allora Presidente Nazionale dei Convegni di Cultura Maria Cristina di Savoia, Maria Crocco Manzini, era rivolto ad un’opera inedita, “moralmente sana, spiritualmente costruttiva, artisticamente valida”.
La Giuria Centrale era presieduta da Bonaventura Tecchi e composta da: Maria Manzini, Nicola Lisi, Mario Pomilio, Michele Prisco ed Edoardo Fenu.
Il Premio non fu assegnato perché, nonostante la partecipazione di 170 concorrenti, la Giuria ritenne che nessuna delle opere fosse valida per le finalità del Premio.
Il concorso ripetuto nel 1965 (con la stessa Giuria), da allora prese in esame solo opere edite.

NARRATIVA PREMIATA

Gli scrittori che hanno vinto il Premio Letterario Maria Cristina dal 1965 ad oggi:

  • 1966 –  L’iguana: Anna Maria Ortese. Ex equo con La gloria che passò: Umberto Cavasso

  • 1968 – Dannata beatitudine: Angelo Padellaro

  • 1970 – Gli entronauti: Piero Scanziani

  • 1972 – Il diario di Gusen: Aldo Carpi

  • 1974 – La rivolta di Abele: Giulio Bedeschi

  • 1976 – Il figlio: Gino Montesanto

  • 1978 – La signora Teresa: Giovanni Mosca

  • 1980 – Faccia da prete: Caludio Sorgi

  • 1982 – Le mura del cielo: Ferruccio Ulivi

  • 1984 – Galileo mio padre: Luca Desiato

  • 1986 – Cercando l’imperatore: Roberto Pazzi

  • 1988 – Trenta denari: Ferruccio Ulivi

  • 1990 – Il caso anima: Giorgio De Simone

  • 1992 – Konradin: Italo Alighiero Chiusano

  • 1994 – Le storie dell’ultimo giorno: Stefano Jacomuzzi

  • 1996 – Cominciò in Galilea: Stefano Jacomuzzi

  • 1998 – Se un Dio pietoso: Giovanni D’Alessandro

  • 2000 – Il miracolo: Vittorio Messori

  • 2002 – La dogana del duca: Giuseppe Bianchetti

  • 2004 – L’Erede: Roberto Pazzi

  • 2006 – 7 Km da Gerusalemme: Pino Farinotti

  • 2008 – Ragionevoli Dubbi: Gianrico Carofiglio

  • 2012 – Quando ci batteva forte il cuore: Stefano Zecchi

  • 2014 – La collina del vento: Carmine Abate

  • 2016 – Ti seguirò fuori dall’acqua: Dario Fani

  • 2018 – Via Paganini 7: De Luca Myriam